Il pellegrinaggio nella vita della Chiesa

 
 

INTRODUZIONE
L’Istituto Superiore di Scienze Religiose Ecclesia Mater, organizza il corso base su Il pellegrinaggio nella vita della Chiesa e i corsi di approfondimento (attivati ad anni alterni) Pellegrinaggio in Terra Santa: il Quinto Vangelo e Pellegrinaggio nella Terra Santa: Turchia e Siria.
 
FINALITÀ E DESTINATARI
I corsi sono rivolti a presbiteri, religiose, religiosi, diaconi permanenti ed aspiranti, seminaristi, catechisti ed operatori pastorali.
Al corso di approfondimento possono accedere solo coloro che abbiano già frequentato il corso base.
L’obiettivo è quello di offrire conoscenze teoriche sulla storia, la spiritualità e la pastorale del pellegrinaggio.
I corsi prevedono delle lezioni teoriche.
Il percorso base sarà integrato da esperienze di pellegrinaggio.
 
INFORMAZIONI E ISCRIZIONI
Al termine dei corsi viene rilasciato un attestato di partecipazione.
Per coloro eventualmente interessati, i corsi equivalgono a 3 ECTS ciascuno, previo esame finale.
Le lezioni, si svolgeranno per il martedì dalle 16,40 alle 18,15 presso la Pontificia Università Lateranense (inizio il 2 ottobre 2018).
 
Documenti da allegare alla domanda di iscrizione:
-      modulo di iscrizione (on-line dal sito www.ecclesiamater.org, scegliendo l’opzione Iscrizione on-line, o in Segreteria);
-        3 foto formato tessera, retro firmate;
-         lettera di presentazione del proprio parroco, se laici;
-         lettera di presentazione del proprio superiore, se religiosi;
-         ricevuta di pagamento.
 
TASSE
Iscrizione al singolo corso € 70,00
Certificato con voti            € 10,00
Certificato semplice           €  7,00
 
 
 
I versamenti si effettuano sul conto corrente bancario
presso il CREDITO VALTELLINESE intestato a:
VICARIATO DI ROMA – ISTITUTO Ecclesia Mater
Codice Iban IT86 A052 1603 2290 0000 0013 641
causale PELLEGRINAGGIO

 
 
 
programmi dei corsi
 
  
IL PELLEGRINAGGIO NELLA VITA DELLA CHIESA
PF805
 
Il corso NON si attiverà nel corrente anno accademico.
 

 

- Aspetti antropologici del pellegrinaggio nelle religioni naturali e nelle antiche civiltà.

- L’esperienza di Israele. L’Arca dell’Alleanza e il Tempio di Gerusalemme. I salmi ascensionali e le feste del calendario ebraico.

- L’esperienza di Gesù, degli apostoli e della prima comunità cristiana. La conservazione dei luoghi più significativi legati alla vita di Gesù.  Le Domus Ecclesiae.

- Il culto dei martiri. Importanza delle Passio, la loro incidenza ecclesiale e liturgica. Le catacombe e la peregrinatio alle tombe dei martiri. Le Basiliche in onore dei martiri.

- L’editto di Costantino (313 d.C.): dalle Domus Ecclesiae alle Basiliche. Il battesimo degli Armeni (303 d.C.). Il pellegrinaggio in Terra Santa: Egeria. L’opera di S. Elena. Dall’epoca costantiniana a quella bizantina.

- La nascita di Costantinopoli (324 d.C. – 11 maggio 330). I primi sette concili ecumenici. Efeso e il culto mariano (S. Maria Maggiore). Sub tuum praesidium. La lotta iconoclasta. Il culto dell’Odigidria (Bari) e della Madonna di Costantinopoli (Monte Civita a Itri). S. Giovanni Damasceno.

- La caduta dell’Impero Romano d’Occidente (24 agosto 410 d.C.) ad opera dei Goti di Alarico. I Longobardi, il santuario del Gargano, il culto a S. Michele e la via sacra Longobardorum. La Mentorella a Capranica Prenestina.    Alto Medioevo. Le abbazie centri spirituali del territorio (Monte Cassino, S. Vincenzo al Volturno, Montevergine). Le prime mete di pellegrinaggio: S. Martino a Tour, S. Apollinare a Ravenna. Il dominio bizantino in Italia. Oropa in Piemonte e Canneto nel Basso Lazio. I monaci irlandesi e l’evangelizzazione itinerante.

- L’Islam e la sua espansione. Maometto: l’Egira (622 d.C.). Le Crociate. Il pellegrinaggio come ricerca della martyria: S. Luigi IX di Francia.  Francesco d’Assisi e la V crociata (1219), la Custodia di Terra Santa. Le guide di Terra Santa. “Il perdono d’Assisi”: papa Onorio III concede l’indulgenza alla Porziuncola.

- Il Medioevo europeo e il nascere delle “vie di pellegrinaggio” dell’identità europea: il cammino di Santiago e la via Francigena. Arrivo in Italia di importanti reliquie (S. Nicola a Bari e S. Marco a Venezia). Le Confraternite.

- Con il concilio Lateranense IV (1215) si diffonde l’uso del Breviarium, soprattutto ad opera dei Francescani. Papa Innocenzo III estende le indulgenze ai sostenitori delle Crociate. Stazioni quaresimali a Roma. L’Angelus e feste comuni con l’Oriente.

- La fine dell’epoca crociata, l’arrivo in Occidente delle reliquie: Loreto (1294), la via lauretana, le litanie lauretane. Le reliquie degli apostoli e dei santi d’Oriente (S. Tommaso ad Ortona, S. Andrea ad Amalfi, S. Matteo a Salerno).  La nascita del Rosario e l’opera dei Domenicani.

-  Bonifacio VIII e il Giubileo del 1300: la rinascita del pellegrinaggio verso Roma (Dante e Petrarca). Nuovi luoghi di pellegrinaggio in Europa: Assisi, Padova, Marburgo. Figure significative di pellegrini: S. Brigida di Svezia, S. Rocco, S. Corrado Confalonieri. S. Caterina da Siena: il Santo viaggio. Il pellegrinaggio come esperienza di conversione: il caso della beata Angela da Foligno. Diffusione del culto al Nome di Gesù (S. Bernardino da Siena e Osservanza francescana). Caduta di Costantinopoli (29 maggio 1453). Nascita di memorie liturgiche a difesa dall’espansione Ottomana (7 ottobre, 12 settembre, 6 agosto).

- La riforma protestante: critica alla pietà popolare e crisi del pellegrinaggio. Il concilio di Trento, la rinascita cattolica: i Gesuiti e i Cappuccini. Espansione del culto lauretano nelle regioni germaniche. Nascita di una nuova pietà: S. Filippo Neri e il cammino delle sette chiese a Roma. S. Carlo Borromeo: pastorale di pellegrinaggio nella diocesi. Caravaggio, monte Berico e i Sacri Monti. I santuari locali in Italia.

- L’epoca del Giansenismo (1600). Apparizione del Sacro Cuore a S. Margherita Alacoque. Paray le Monial. Le apparizioni di Laus nel sud della Francia. L’epoca dell’Illuminismo (1700). La via Crucis (S. Leonardo da Porto Maurizio). Le missioni al popolo: S. Paolo della Croce. Sulla via Ardeatina, a Roma: la Madonna del Divino Amore. S. Luigi Maria Grignion de Montfort. Napoleone e il Giuseppinismo. S. Benedetto Giuseppe Labre.

-  L’epoca mariana moderna (1830). Apparizione della Vergine a Rue de Bac a Parigi. Dogma dell’Immacolata Concezione (1854 – Pio IX). Culto all’Ausiliatrice: Don Bosco e il Santuario di Valdocco a Torino. Altre apparizioni: La Salette, Lourdes e S. Andrea delle Fratte. Santuari urbani.

-    Le apparizioni di Fatima in Portogallo (1917) e il suo messaggio. S. Massimiliano Maria Kolbe e la Milizia dell’Immacolata. Dogma dell’Assunzione (1950 – Pio XII). Apparizione a Roma alle Tre Fontane (1947). Renè Laurentin: definizione teologica delle apparizioni mariane e della pietà popolare.

- I santuari in Europa e il loro legame con le varie nazioni: Czestochowa, Altötting, Mariazell, Walsingham, Montserrat. LEuropa è una rete di santuari mariani siano essi locali, regionali, nazionali e internazionali: Pontmain, Pellevoisin, Banneux, Beauraing, Siracusa. I santuari negli altri continenti: Guadalupe, Aparecida, Luján, Kibeho, La Vang, Sheshan, Coromoto.

- Il Concilio Vaticano II. Il passaggio da un’esperienza devozionistica a pastorale di primo annuncio ed evangelizzazione (Lumen Gentium, 8). Pellegrinaggio e turismo religioso. La nascita e lo sviluppo dell’Opera Romana Pellegrinaggi. La nascita di una ministerialità specifica e di un approfondimento teologico-pastorale (At 8). GMG: rinascita tra i giovani del senso del pellegrinaggio. Grande Giubileo del 2000. Nascita di un magistero specifico sulla pastorale del turismo e del pellegrinaggio.

-       Dum in corpore sumus peregrinamur - “Finchè rimaniamo nel corpo, noi siamo pellegrini” (S. Paolo).
 

 

Pellegrinaggio in Terra Santa:
il quinto vangelo -  PF809

 

Il corso NON si attiverà nel corrente anno accademico.

-       Presentazione generale della Palestina biblica.

-       Periodo dei Patriarchi. Da Abramo alla fine del regno di Giuda per mano dei Babilonesi. Le donne nella Bibbia. I profeti. La fede di Israele: Shema’ Israel’, le feste, lo Shabbat.

-       Periodo persiano ed ellenistico. I Persiani conquistano Babilonia. L’editto di Ciro e il ritorno con Esdra e Neemia. Alessandro Magno e l’ellenismo (332 a.C.). I Maccabei. Le correnti dell’ebraismo: Farisei, Sadducei, Esseni.

-    Periodo romano. Dalla conquista di Pompeo (64 a.C.) alla seconda rivolta giudaica (135 d.C.). Costantino e l’opera di S. Elena (313 d.C.), la nascita di Costantinopoli (11 maggio 330). Periodo bizantino. I pellegrini e le loro testimonianze (Egeria). S. Girolamo e l’esperienza monastica: le sante Paola ed Eustochia.

-       Periodo persiano-islamico (614 – 1095 d.C.). L’Islam. Da Corsoe II all’inizio dell’epoca crociata. Dal concilio di Clermont (1095) alla caduta di Akko (1291). Francesco d’Assisi nella quinta crociata (1217 – 1221).  La Custodia di Terra Santa (1342). Clemente VI e le bolle Gratia agimus e Nuper carissimae. Luigi IX di Francia.

-       Periodo mamelucco (1291 – 1517 d.C.) e turco-ottomanno (1517 – 1917 d.C.). La caduta di Costantinopoli (29 maggio1453). Lo Status Quo (1852). Il recupero di luoghi dal 1836 con l’acquisto della Flagellazione.

-       La nascita del sionismo con Theodor Herzl (1896), i Kibbutz (1919). Il Mandato britannico in Palestina (1919 – 1948). La nascita dello stato d’Israele. I Territori palestinesi.

-       Il pellegrinaggio di Paolo VI in Terra Santa nel 1964. La vita contemplativa e monastica. Taybeh (Efraim): Deir Rafat. Il santuario Regina Palaestinae e Beit Shemesh (1Sam 6, 1-18).
 

-       Presentazione dei luoghi santi. La Galilea delle genti: Nazareth e Sefforis, Cafarnao, Tabgha, il lago di Tiberiade, il monte delle Beatitudini, il monte Carmelo e Cesarea di Palestina. Il Tabor, la pianura di Esdrelon e Meghiddo; Cana e Nain. Il fiume Giordano, Banyas (Cesarea di Filippo). Akko e gli ordini cavallereschi.

-       La Samaria e i monti Ebal e Garizim. I Samaritani. Il pozzo di Giacobbe. Sichem, Sebastiya e Nablus. S. Giustino.

-       La Giudea. Gerusalemme: i santuari, le tre religioni abramitiche, Turris Davidica. Salmo 121.

-       Bethlemme. Ain Karem.  Emmaus. Gerico. Qumran. Hebron. Betfage. Masada. Foederis Arca. Giaffa. Gaza. I Santi di Palestina. Ein Gedi (1Sam 1-8).

-   Un testimone dei nostri tempi: P. Michele Piccirillo, ofm, francescano di Gerusalemme.

- “quale gioia quando mi dissero andremo alla casa del signore“ (Sal 121).

 

Pellegrinaggio nella Terra Santa della chiesa:
Turchia e siria- PF816

 

 

-          La Pentecoste a Gerusalemme. I sette, la prima persecuzione e il martirio di Stefano e la diaspora con la plantatio ecclesiae: Filippo in Samaria fino a Cesarea di Palestina. Paolo da fariseo ad apostolo del Vangelo (At 21,39).

-     Antiochia, capitale della Siria ellenizzata. Prima sede di Pietro. Partenza di Pietro verso Roma con un gruppo di discepoli (S. Apollinare). Là i fratelli furono chiamati per la prima volta “cristiani”. Nell’ambiente antiocheno si collocano il Vangelo di Matteo, l’evangelista Luca e la Didachè. L’esperienza di Ignazio di Antiochia: le sue lettere.

    Damasco e la Siria aramaica. La tradizione siriaca fondamentale nella definizione della identità cristiana. Due figure: Efrem il Siro e Isacco il Siro, che hanno avuto un’influenza nella Chiesa universale.

    Itinerario in Siria. Damasco, Aleppo, Apamea, Bosra (cattedrale che ispirò S. Sofia a Costantinopoli), Crac dei Cavalieri, Tortosa (antico luogo mariano), Dura Europos (domus ecclesiae),  Homs (papa Aniceto 155 - 166), Maalula (S. Tecla), Palmira, Qalaat Saman (S. Simeone lo stilita). Monastero ortodosso di Sydnaie (luogo di pellegrinaggio per tutti i cristiani del Medio oriente). Mar mousa ( antico insediamento ecumenico monastico siriaco).

    Itinerario in Asia Minore – Turchia. Costantinopoli. S. Sofia, S. Salvatore in Chora e S. Irene, dove si svolsero tre concili ecumenici (381, 553, 680). Calcedonia (451) e Nicea (325, 787). Efeso (431). Antiochia di Pisidia (S. Margherita). Konya .

    Le Chiese dell’Apocalisse. S. Policarpo di Smirne e gli atti del martirio.

    La Cappadocia. Goreme. Cesarea di Cappadocia, capitale della regione, dove già in epoca apostolica esistevano dei cristiani (1Pt 1,1). I padri cappadoci: S. Basilio il Grande, S. Gregorio di Nissa e S. Gregorio Nazianzieno.

    Tarso, Harran, (Abramo). La regione del lago di Van (presenza degli Armeni). Sebaste. S. Biagio. Seleucia di Isauria (martirio S. Tecla). Gerapoli (Epafra, l’evangelista Filippo e le sue quattro figlie). Colossi. Myra (S. Nicola traslato a Bari). Mopsuestia (Teodoro, vescovo). Nisibi (S. Efrem e caduta in mano ai persiani). Trebisonda (testimonianza e martirio di don Andrea Santoro, prete romano - 5 febbraio 2005).

    La testimonianza del vescovo Mons. Luigi Padovese e il suo martirio il 3 giugno 2010. 

-        Cipro, Grecia, Libano e Giordania. 

 

DOCENTE

Dott. Francesco Mattiocco, diacono permanente e animatore pastorale.
e-mail francesco.mattiocco@gmail.com